Nato a Muralto, nel Canton Ticino, era svizzero di madrelingua italiana. Durante gli studi all'Università di Friburgo, ebbe tra gli insegnanti il critico letterario e filologo Gianfranco Contini.[1] Si laureò con una tesi sul poeta Dino Campana, il testo, poi ripreso e sviluppato, fu pubblicato nel 1953 presso l'editore Vallecchi di Firenze.[1] Insegnante a Locarno, divenne poi docente di letteratura italiana all'Università di Basilea.[1]

Collaboratore delle riviste Svizzera moderna e Letterature moderne,[1] oltre a diversi saggi di letteratura italiana, pubblicò anche quattro romanzi. Nel 1954 vinse il Premio Charles Veillon e nel 2001, per il suo Album inglese, gli fu assegnato il XXXI Premio Monselice per la traduzione letteraria.